Allium sativum, comunemente conosciuto come Aglio, è una pianta bulbosa appartenente alla famiglia delle liliacee, il cui utilizzo in campo gastronomico e medicinale  risale a più di 7000 anni fa.

E’ di facile coltivazione e predilige il clima temperato.

Mercato

La Cina ne è il maggior produttore mondiale, con più di 13 mln di tonnellate annue, seguito da India e Corea del Sud e Argentina.

Le importazioni  stanno subendo un notevole incremento negli ultimi tempi, anche a causa del fatto che la produzione nazionale ha registrato un aumento dei prezzi di oltre il 120%.

Nel 2010 l’Italia ha importato dalla Cina quasi 2,5 milioni di chili di aglio, con un notevole +18% nei primi sette mesi del 2011 (dati Coldiretti). In Italia la produzione di aglio interessa oltre 3000 ettari di terreno, per una produzione attorno ai 30 milioni di chili e di conseguenza i consumi sono soddisfatti per quasi il 50% dalle importazioni.

Proprietà

Le proprietà benefiche dell’aglio sono ben note, soprattutto per quanto riguarda la prevenzione dell’ipertensione e colesterolo alto. Uno studio del 2004 ha dimostrato come l’aglio sia in grado di prevenire l’accumulo di colesterolo nel sangue.

Il consumo di aglio crudo dà all’organismo un generale senso di benessere dovuto alle sue proprietà antibatteriche. Inoltre aiuta la digestione e la diuresi (soprattutto se consumato in decotto o in infusione) e riequilibra la flora batterica intestinale, quando indebolita da cure medicinali.

L’aglio rappresenta inoltre un valido rimedio contro il meteorismo, crampi intestinali e dissenteria.

L’acido fitinico in esso contenuto migliora l’aspetto di pelle e capelli

commenti (0 )

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>