Cos’è
L’arancia è il frutto dell’arancio, un albero da frutto appartenente alla famiglia delle Rutaceae originario della Cina. I frutti sono costituiti dall’ esocarpo (flavedo), dal mesocarpo (albedo) e dall’endocarpo, parte edibile suddiviso in spicchi contenenti i semi.

Produzione
L’arancia è l’agrume più consumato e diffuso: ne sono infatti coltivate centinaia di varietà differenti. Basandosi sui dati distribuiti da FAOSTAT (2011), il maggior produttore mondiale di arance è il Brasile, con oltre 19 milioni di tonnellate annue. Seguono Stati Uniti (8.078.480t), Cina (5.835.000t)
India (4.571.000t), Messico (4.079.678), Spagna (2.818.888), Egitto (2.577.720)e Italia (2.469.939).
Tra le diverse varietà vanno ricordate le due supercategorie, le bionde e le rosse, differenziate sulla base del colore della polpa, le arance da spremuta, quelle da tavola, la navelina, washington navel, ovale.

Salute
Le arance vantano un bassissimo quantitativo di calorie ( 34 Kcal per 100 grammi). Esse si compongono principalmente di acqua: per 100 grammi di arancia sono presenti circa 87 grammi di acqua, circa 8 grammi di carboidrati, 1,6 di fibre, 0,7 di proteine e grassi (0,2 g).
Tra le principali qualità vi è senza dubbio l’alto contenuto in acido ascorbico (Vitamina C). Tra gli altri componenti chimici vi sono citroflavonoidi, carotenoidi, flavanoni (narirutina ed esperidina), antocianine (cianidin-3-glucoside, tipico delle arance rosse), acidi idrossicinnamici (ferulico, cumarinico, caffeico) ed oli grassi.

Utilizzi
Le arance vengono utilizzate principalmente in ambito alimentare per la produzione di succhi, concentrati e non. Tra gli altri impegni anche quello derivante dalla scorza e dalle foglie, ricche di in limonene, monoterpene costituente l’80% o il 90% dell’intera essenza: da esse è ricavato un particolare olio essenziale.