VAI_alla_classifica_bottone

Ecco la classifica dei succhi di frutta che ci avete segnalato. Si tratta nella maggior parte dei casi di succhi di frutta da concentrato o di nettari da purea ricostituita.

SUCCHI DI FRUTTA, BEVANDE, NETTARI, CONCENTRATI: ALCUNE DEFINIZIONI

Per succo di frutta s’intende, generalmente, una qualsiasi bevanda derivante dal succo o dalla miscela di succhi provenienti da frutta o verdura. Tuttavia gran parte dei prodotti in commercio che i consumatori generalmente intendono come succhi di frutta sono classificabili, secondo il Dlgs n.151 del 21 maggio 2004, nelle seguenti tipologie:

  • Succo di frutta:  prodotto ottenuto tramite frutta fresca o conservata al freddo. Per definirsi succo di frutta un prodotto deve contenere il 100% di succo e può trattarsi di frutta naturale o succo di frutta precedentemente concentrato e poi ricostituito. In tal caso parliamo di:
  • Succo di frutta da concentrato: ottenuto mediante ricostituzione del succo di frutta concentrato. In questo caso il prodotto ottenuto deve essere etichettato come: “succo di… da concentrato (o a base di succo concentrato)”. La ricostituzione del succo di frutta da concentrato deve essere effettuata aggiungendo solo l’acqua necessaria a raggiungere un contenuto di sostanza secca definita per legge per le principali specie di frutta. Il produttore ha l’obbligo di riportare sulla confezione che il succo proviene “da concentrato”.
  • Nettare: miscela ottenuta con l’aggiunta di acqua alla purea di frutta che può variare dal 25% al 50% in base al frutto utilizzato
  • Bevanda analcolica a base di frutta: quando la percentuale di frutta varia dal 20% al 12%. Le etichette di questi prodotti sono spesso poco chiare relativamente all’effettiva % di frutta contenuta.

Dal 28 aprile 2015 non è più possibile addizionare zuccheri ai succhi messi in commercio, perciò i soli zuccheri presenti potranno essere quelli naturalmente contenuti nella frutta di origine.

SALUTE

I “migliori succhi di frutta”, dal punto di vista salutistico, sono i succhi 100% non da concentrato, senza additivizuccheri aggiunti, anche se è bene ricordare che in ogni caso i succhi di frutta industriali non sono un prodotto indispensabile alla nostra dieta. Meglio consumare frutta fresca, o centrifughe fatte in casa, poiché, contrariamente a quanto molti pensano, l’apporto vitaminico di frutta che ha subito diversi processi di lavorazione è esiguo e non è affatto paragonabile a  quello della frutta fresca.

Vi ricordiamo che è possibile classificare i prodotti della categoria succhi di frutta, così come tutti gli altri prodotti del nostro database, sulla base dei nutrienti presenti nella tabella nutrizionale (es. zuccheri).

LE AZIENDE

Pochissimi sono i casi in cui le aziende mettono a disposizione informazioni sulla provenienza della frutta, specie quella esotica proveniente da filiere caratterizzate da condizioni di sfruttamento dei lavoratori e dei contadini.

VAI_alla_classifica_bottone

 

 

commenti (0 )

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>