burro di karité | salute, utilizzi, prodotti in cui è presente | quotidiano sostenibile
FUNZIONE: grasso

COS’È

Il burro di karité è una sostanza ricavata dai semi e noccioli del karité un albero che cresce nelle savane dell’Africa. Era conosciuto già tempi dell’antico Egitto dove il burro di karité veniva utilizzato per proteggere i capelli e la pelle dal sole e dai caldi venti secchi del deserto e della savana.  Viene tuttora utilizzato in cosmesi come crema idratante, pomata o lozione.

Tradizionalmente viene prodotto attraverso la frantumazione dei semi, la loro torrefazione e macinazione. L’impasto che si ottiene viene quindi lavorato a mano in grandi catini pieni di acqua fino a quando gli oli cominciano a galleggiare. Gli oli vengono poi scaldati fino a che non si ottiene il burro vero e proprio che, una volta indurito, sarà di colore giallo dorato. 

Industrialmente il burro di karitè viene ricavato con l’ausilio di solventi chimici, come ad esempio l’esano.

UTILIZZI NELL’INDUSTRIA ALIMENTARE

Il burro di karitè è commestibile ed è tradizionalmente usato nella preparazione del cibo in alcune zone dell’Africa.

A volte l’industria del cioccolato utilizza il burro di karitè miscelato con altri oli come sostituto del burro di cacao, anche se il sapore è notevolmente differente.