E 211 - Sodio Benzoato
FUNZIONE: conservante

COS’È L’E211 

L’E211 o sodio benzoato è il sale di sodio dell’acido benzoico che a temperatura ambiente si presenta come un solido bianco e inodore. Si trova naturalmente nei mirtilli, nelle mele sottoposte a trattamento fungicida, nel latte e nello yogurt in minima parte. Fa parte dei conservanti antimicrobici o antimuffa e in presenza di vitamina C (acido ascorbico) può formare un potente cancerogeno quale il benzene.

UTILIZZI NELL’INDUSTRIA ALIMENTARE

L’E211 si utilizza nell’industria alimentare per le proprietà fungostatiche e batteriostatiche. La sostanza si trova presente nelle bevande gassate, nei succhi all’aloe, nei succhi di frutta, nella pasta di olive, nella maionese e nel caviale spesso combinata con sostanze agrumate . 

SALUTE

L’EFSA ha comunicato che non vi sono evidenze di effetti potenzialmente cancerogeni del sodio benzoato e non vi è preoccupazione di una sua genotossicità. A patto però che non si ecceda né che lo si combini E211 con acido ascorbico: la dose ADI accettabile per questo tipo di conservante è di 5 mg per chilo di peso corporeo. Coca Cola si è impegnata nel 2008 a rimuovere il sodio benzoato da tutti i suoi prodotti. Studi sul conservante hanno infatti evidenziato una connessione tra l’assunzione costante di E211 nelle bevande gassate e iperattività dei bambini. Una ricerca dell’Indipendent avrebbe mostrato come il consumo di E211 provocherebbe danni alle cellule molto simili a quelli causati da invecchiamento e alcolismo.