FUNZIONE: acidificante, anticalcare

COS’È

Si presenta come una polvere bianca dal sapore aspro. Un tempo veniva estratto dal limone seguendo un elaborato processo chimico, oggi viene estratto principalmente da fermentazione del fungo Aspergillus niger. Questo metodo di produzione dell’acido citrico è stato scoperto all’inizio del ‘900  dal chimico statunitense James Currie ed è ad oggi il più utilizzato dall’industria chimica. Il primo produttore mondiale di acido citrico è la Cina con il 59% della produzione mondiale (2015), seguita da Nord America e Europa Occidentale.

UTILIZZI NEL’INDUSTRIA ALIMENTARE

Meno costoso del succo di limone l’acido citrico (uno degli additivi più diffusi)  viene usato come regolatore di acidità per la produzione di gelati, caramelle, marmellate e bevande gassate. Pur non essendo di per sé un antiossidante, migliora il potere antiossidante di altri additivi aumentando i livelli di acidità dell’ambiente inibendo la riproduzione di muffe e batteri.

SALUTE

È un composto ritenuto non dannoso per la salute, anche se sono state riscontrate in alcuni casi reazioni allergiche.Ad alte dosi può provocare danni alla mucosa dello stomaco ed al sistema respiratorio. Non è escluso che l’acido citrico in commercio provenga da OGM, considerato che viene estratto a partire dalla barbabietola o dal mais.