FUNZIONE: antiossidante

COS’È

L’additivo E392 viene estratto dalla pianta di rosmarino (Rosmarinus officinalis L), che, in virtù degli acidi fenolici, i diterpenoli e triterpenoli in esso contenuti, ha funzione di antiossidante in diversi tipi di alimenti. Spesso si cela in etichetta sotto la generica voce di “rosmarino”. Il suo utilizzo è disciplinato dal Regolamento 1333/2008 che stabilisce il limite massimo consentito per ciascuna categoria di alimenti. Nonostante si possa pensare che l’estratto di rosmarino sia un additivo di derivazione completamente naturale, va detto che esso viene estratto dalle foglie essiccate attraverso l’uso di solventi al fine di concentrare il principio attivo e per eliminare eventuali componenti indesiderati. Si presenta in forma liquida o in polvere.

UTILIZZI NELL’INDUSTRIA ALIMENTARE

Gli estratti di rosmarino (E 392) son utilizzati come antiossidanti soprattutto nella produzione di prodotti da forno salati e carni conservate, la loro forte connotazione aromatica non lo rendono un additivo universale.

SALUTE

Secondo l’EFSA gli estratti di rosmarino (E 392) come additivi alimentari non destano preoccupazioni per la sicurezza, sebbene non vi siano sufficienti studi a riguardo. Per questo motivo viene stabilita comunque una quantità massima in base al tipo di alimento  (se si tratta di prodotti a base di carne trasformata, tale quantità va in funzione del contenuto di materia grassa presente).