FUNZIONE: edulcorante

COS’È

Fu scoperto nel 1937 da Michael Sveda, ricercatore dell’università dell’Illinois, che ne scoprì casualmente il potere dolcificante. Il brevetto fu ceduto ad Abbott Laboratoires che dopo aver effettuato gli studi necessari lo immise sul mercato per correggere il sapore di alcuni medicinali. Si presenta come polvere cristallina bianca ed ha un potere dolcificante quasi 30 volte maggiore di quello del saccarosio.
Il ciclamato conobbe un periodo di relativo successo in campo alimentare, fino alla fine degli anni 60 quando, in seguito ad uno studio condotto sui ratti, gli fu attribuita una presunta cancerogenicità.

UTILIZZI NEL’INDUSTRIA ALIMENTARE

Dolcificante artificiale dall’alto potere edulcorante usato nella produzione di sciroppi per camuffarne il sapore o nella produzione di cibi a basso potere calorico, in associazione ad altri edulcoranti.

SALUTE

Da quando nel 1969 il suo utilizzo per scopi alimentari è stato proibito negli Stati Uniti dalla FDA, il suo impatto nella salute è tuttora controverso. In Italia il suo utilizzo è ancora permesso, come nella maggior parte dei paesi europei. La IARC (Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro) ha ritenuto poco validi i dati della presunta cancerogenicità del ciclamato.