COS’È

La farina di ceci si ottiene mediante la macinazione dei ceci precedentemente essiccati e (nella maggioranza dei casi) successivamente raffinata tramite setaccio. Solitamente si tratta di una varietà di ceci di piccole dimensioni provenienti dai paesi orientali (perché più economiche). Solo una piccola parte della farina in commercio è ottenuta dalla macinazione di ceci italiani macinati a pietra ed è da agricoltura biologica.

UTILIZZI NELL’INDUSTRIA ALIMENTARE

La farina di ceci viene sempre più spesso utilizzate nei prodotti da forno e dolciari biologici e per celiaci. Si utilizza per aumentare l’apporto proteico del prodotto, per arricchire l’impasto o per conferire un aroma più deciso all’impasto.

SALUTE

La farina di ceci ha un apporto proteico molto maggiore rispetto alle comuni farine da frumento. È inoltre ricca di fibre (utili a facilitare il  lavoro dell’apparato digerente), grassi “buoni” come l’acido linoleico, vitamine e sali minerali. Va detto che la lavorazione industriale impoverisce in parte le proprietà del legume di origine.  Ha un basso indice glicemico e si adatta perciò a chi ha problemi di diabete e colesterolo. Può essere consumata da celiaci e da soggetti intolleranti al glutine. Bisogna fare però attenzione che la farina prodotta industrialmente non sia contaminata con sostanze che contengono glutine.