FUNZIONE: Emulsionante

Il termine lecitina indica una classe di composti chimici presenti nei tessuti animali e vegetali. Dal punto di vista chimico, la lecitina è una molecola formata da acido fosforico, colina, acidi grassi, glicerolo, glicolipidi, trigliceridi e fosfolipidi. I fosfolipidi ne rappresentano i principali componenti; questi derivano dalla struttura dei trigliceridi, dove un acido grasso è sostituito da un gruppo fosfato che conferisce alla molecola una carica negativa.

La caratteristica fondamentale della lecitina è quella di emulsionare acqua e grassi: nei prodotti da forno ammorbidisce gli impasti rendendoli più facili da lavorare, garantendo una miglior distribuzione degli ingredienti e riducendo la tendenza all’indurimento del prodotto finito. Per questi motivi essa è impiegata in una gamma molto ampia di prodotti alimentari, trovando  trovando impiego soprattutto nella produzione della margarina, ma anche del cioccolato, delle caramelle, gomme da masticare etc. Essa è inoltre usata nella produzione di prodotti da forno, formaggi e prodotti a base di carne.

La lecitina viene completamente metabolizzata dall’uomo quindi, se ingerita, è ben tollerata e non tossica. Essendo ricavata da soia, semi di girasole e altri, è sempre consigliato preferire elementi di origine biologica e non OGM.