FUNZIONE: ingrediente base

‏COS’E’

‏Il mango è il frutto delle piante appartenenti alla Famiglia delle Anacardiacee, Genere Mangifera; la varietà di mango più diffusa è quella mango dalla Specie indica (Mangifera indica L.), albero tropicale detto mango comune o mango indiano. ‏Il mango comune è originario dell’Asia meridionale, dalla quale venne esportato in moltissime altre zone tropicali.

‏Il maggior produttore al mondo è l’India che, con oltre 13mila tonnellate all’anno, provvede a quasi la metà della produzione totale. L’india è seguita da Cina (3mila tonnellate), Thailandia (oltre le 2mila tonnellate), Indonesia, Messico, Pakistan e Brasile. Globalmente, ogni anno sono raccolte oltre 26mila tonnellate. ‏Alcune varietà di mango comune sono il frutto dell’innesto con Specie differenti, come quella cubana.

‏UTILIZZI NELL’INDUSTRIA ALIMENTARE

‏Il mango è ampiamente utilizzato in cucina sia come come frutto che come succo. Alcune varietà di mango sono invece coltivate anche a scopo ornamentale.

SALUTE

‏Il mango è ricco di nutrienti[10]. La polpa del frutto è ricca in fibre, vitamina C, polifenoli e carotenoidi. Le vitamine antiossidanti A, C ed E sono presenti in una porzione da 165 grammi per il 25%, 76% e 9% della dose giornaliera consigliata. La vitamina B6, la vitamina K, le altre vitamine del gruppo B ed altri nutrienti come il potassio, il rame, e 17 amminoacidi sono a un buon livello. La polpa e la buccia del mango contengono altri nutrienti, come i pigmenti antiossidanti – carotenoidi e polifenoli – e omega-3 e acidi grassi 6-polinsaturi.