FUNZIONE: Additivo

COS’È

Il siero di latte è la parte liquida del latte che si separa dalla cagliata durante il processo di caseificazione. Costituisce circa l’80% del volume di latte trasformato. Considerato un rifiuto zootecnico dall’alto potere inquinante, per il riutilizzo del quale si stanno ricercando diverse applicazioni, non solo in ambito alimentare, come additivo e nella produzione di integratori alimentari ad alto contenuto proteico, o come alimento per i suini (anche se è dimostrato che non rappresenti un alimento salutare) ma anche per la produzione di materiali, come agente per lo smaltimento dell’amianto e soprattutto come fonte nella produzione di biogas .

UTILIZZI NELL’INDUSTRIA ALIMENTARE

Il siero di latte è utilizzato nella produzione di alcuni formaggi e generalmente impiegato dall’industria alimentare come additivo. Come integratore alimentare nelle bevande destinate agli sportivi.

SALUTE

Contiene lattosio (50-75% della frazione secca), proteine (circa 8-14% della frazione secca) sali minerali (6-8%) e tracce di lipidi, oltre ai prodotti di degradazione del lattosio (acido lattico, glucosio, galattosio) in proporzione variabile a seconda del processo di caseificazione. Ritenuto generalmente non dannoso. Non è un ingrediente adatto a chi segue un regime alimentare vegano.