marmellata-meno-calorica

Attenzione: il seguente articolo vuole dare le indicazioni di massima per un acquisto consapevole e non ha nessun intento medico. Per situazioni di salute particolari rivolgetevi al vostro specialista.

Qual è la marmellata meno calorica?

Con le classifiche QS puoi scoprire anche qual è la marmellata meno calorica. Quotidiano sostenibile è un portale che valuta i prodotti in base alla sostenibilità. Per fare questo prende in considerazione anche l’impatto dei prodotti sulla salute. Per una categoria di prodotti alimentari come le marmellate e le confetture non si può prescindere dal contenuto di zuccheri.

Al link qui sotto potete visualizzare la classifica e riordinare i prodotti in base alla maggiore o minore quantità di zuccheri presenti in tabella nutrizionale. Puoi vedere subito qual è la marmellata meno calorica. E anche la marmellata con meno zuccheri.

VAI_alla_classifica_bottone

Tecnicamente una marmellata è migliore di un’altra quando contiene una percentuale di frutta il più alta possibile. Maggiore sarà la quantità di frutta, minore sarà la quantità di zuccheri aggiunti. 

Perché le calorie non devono essere l’unico parametro

Attenzione però, non è corretto nella scelta di un prodotto come le marmellate e confetture basarsi esclusivamente sulla quantità di zuccheri o sull’apporto calorico. La marmellata infatti è per natura un prodotto dolce, pertanto l’atteggiamento più corretto per chi segue una dieta ipocalorica è quello di farne un uso moderato e non quotidiano. 

Diabete Mangiare con Gusto
164 ricette – Una grande varietà di prelibatezze e proposte sane per una corretta alimentazione
€ 29

Attenzione al tipo di dolcificanti all’interno dei prodotti

Come avrai potuto notare riordinando le marmellate in base alla quantità di zuccheri o di calorie, i prodotti che appaiono per primi sono ipocalorici perché contengono dolcificanti. Gli zuccheri infatti non sono tutti uguali, un prodotto che conterrà solo frutta senza zuccheri aggiunti non potrà mai competere con una marmellata che contiene dolcificanti sintetici ma conterrà altresì dei nutrienti che non saranno presente nel prodotto ipocalorico. I dolcificanti di origine sintetica non sono una scelta ottimale dal punto di vista della salute. Meglio un prodotto più naturale e con qualche caloria in più, du cui potrai fare un uso più sporadico. A meno che tu non abbia particolare esigenze di salute, controlla la qualità di quello che mangi oltre alle calorie.

LA MARMELLATA DIETETICA

Avrai notato dalla classifica come le marmellate meno caloriche contengono generalmente sucralosio e acesulfame K (E950) additivi controversi che sono di origine sintetica. Se vuoi vedere la classifica completa e quali sono i parametri che QS prende in considerazione e che sono alla base di un’alimentazione consapevole, riordina i prodotti per “voto totale”. Noterete come il voto totale delle marmellate dietetiche sia generalmente basso proprio per la presenza di additivi sintetici.

Facciamo un esempio: 

osserviamo ad esempio il prodotto che appare per primo riordinando il database in ordine crescente per contenuto di zuccheri (vi ricordiamo che la classifica è in costante aggiornamento in base ai prodotti inseriti e che quindi potrebbe subire variazioni):

ingredienti marmellate ipocaloriche

Come potete notare la quantità di ingredienti è considerevole, questo perché per raggiungere la consistenza, abbattere l’apporto calorico e conservare il prodotto, vengono utilizzati conservanti, dolcificanti e stabilizzanti. Chiediamoci se abbia senso che un prodotto così semplice come una marmellata contenga 16 ingredienti. Non sarebbe meglio optare per qualcosa che per sua natura non contiene zuccheri (come ad esempio della salsa tahina)?

 

commenti (0 )

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>